PROGETTO “SPORTELLO D’ASCOLTO” CENTRO MAYA con Stefania Bastiani

COUNSELOR E COUNSELING E’ un’attività il cui obiettivo è il miglioramento della qualità di vita della persona,  sostenendo i suoi punti di forza e le sue capacità di autodeterminazione. Il Counseling offre uno spazio di ascolto e di riflessione, nel quale esplorare difficoltà relative a processi evolutivi, fasi di transizione e stati di crisi e rinforzare capacità di scelta o di cambiamento. E’ un intervento che utilizza varie metodologie mutuate da diversi orientamenti teorici. Si rivolge al singolo, alle famiglie, a gruppi ed alle istituzioni. Il Counseling può essere erogato in vari ambiti, ad esempio nelle aziende, nel settore sanitario, in quello scolastico, nei gruppi di crescita personale, di sostegno e aiuto, in colloqui individuali, in colloqui di coppia.

Quando è utile un intervento di Counseling: Il Counseling non è una forma di terapia (medica o psicologica) o di sostegno psicologico. Il Counseling è un percorso di crescita, di responsabilizzazione, di maturazione durante il quale siamo seguiti da un professionista, il Counselor, che ci accompagna alla scoperta di un futuro diverso. Il Counselor non dà consigli, non offre soluzioni e non indica scorciatoie. Il Counselor ci accompagna verso mete e obiettivi che noi stessi abbiamo stabilito, e aiuta a far sì che ognuno di noi possa dare il meglio di se stesso: nella vita privata, nella scuola, nel lavoro, nei rapporti di coppia e familiari. Ognuno di noi possiede delle potenzialità e delle risorse: il Counselor ci aiuta a vederle e ad esprimerle. Capita a tutti nella vita di attraversare dei momenti difficili. Questi momenti sono caratterizzati, per lo più, da una così detta “fase di transizione” ovvero da un cambiamento: personale, scolastico, professionale, amicale, etc. Durante la nostra vita accadono delle cose che, pur essendo del tutto normali (nasce un figlio, cambia il lavoro, si chiude un ciclo scolastico, etc.), spesso ci lasciano in una situazione di empasse rispetto alla quale non sappiamo bene come muoverci.

Il counseling è utile quando… dobbiamo prendere una decisione difficile che riguarda la nostra vita personale o professionale; dobbiamo raggiungere un obiettivo che ci siamo posti, ma incontriamo delle difficoltà; ci troviamo di fronte ad una scelta lavorativa; vogliamo riorganizzare le nostre relazioni familiari, magari in seguito ad una separazione o ad un divorzio; i figli diventano grandi e lasciano la loro famiglia d’origine; non sappiamo più come rapportarci alla nostra famiglia d’origine; si costruisce o si ri-costruisce un nuovo nucleo familiare; incontriamo dei problemi nella vita di coppia; incontriamo difficoltà nella carriera scolastica (ad esempio siamo bloccati nella scelta dell’università o nel sostenere un esame); ci troviamo in situazioni dove, da soli, sentiamo di non farcela.

La professione del Counselor si inserisce all’interno delle professioni di aiuto; attualmente il Counseling è una professione esercitata ai sensi della legge numero 4 del 14 gennaio 2013.  I Counselor sono in formazione continua e sono tenuti a partecipare a incontri di supervisione.

LO SPORTELLO DI ASCOLTO PER IL SISTEMA FAMIGLIA  Nello Sportello di Ascolto l’utente può esprimere liberamente, senza dubbi né timori, i suoi stati d’animo, i suoi problemi e le sue difficoltà troppo spesso celate o ingigantite dall’impossibilità di parlarne con un “Altro diverso da me” che ispiri fiducia e garantisca senso di accoglienza, accettazione incondizionata e assenza di giudizio. Il counselor che lavora negli sportelli d’ascolto, dunque, è chiamato, innanzitutto a rispettare i principi dell’ascolto attivo, dell’empatia, della congruenza e dell’astensione del giudizio. Focalizza la sua attenzione sulla relazione in atto e sulla comunicazione verbale e non verbale dell’utente, utilizzando le regole della comunicazione efficace e tecniche precise nell’analisi della domanda.
LO SPORTELLO D’ASCOLTO consente: ai ragazzi (nel ruolo di figli) di sviluppare il proprio potenziale, l’autonomia personale e culturale per gestire al meglio le proprie risorse nella risoluzione di problemi soggettivi interpersonali; favorisce la promozione del benessere, la prevenzione del disagio, l’aiuto e l’orientamento scolastico, agevolando lo sviluppo dell’identità e delle attitudini dell’individuo in interazione costante con il suo contesto di appartenenza; agli adulti (nel ruolo di genitori) di usufruire di uno spazio di ascolto e di supporto per favorire la relazione con i propri figli che sarà basata sul riconoscimento, sul rispetto e sulla congruenza di sé e dell’altro; uno spazio protetto in cui poter esplorare la loro modalità personali di agire come individui e come genitori, (nel ruolo di educatori/insegnanti) di utilizzare uno spazio in cui poter esplorare se stessi e la propria dimensione professionale e di relazione con alunni e colleghi, in modo da consolidare il proprio senso di autoefficacia.

PROGETTO SPORTELLO D’ASCOLTO CENTRO MAYA OBIETTIVI – Offrire uno spazio per prendersi cura di sé. – Stimolare la consapevolezza dell’utente rispetto ai proprio bisogni e alle proprie difficoltà; – Attivare le risorse per migliorare le proprie scelte e la qualità della propria vita; – Motivare all’assunzione di responsabilità rispetto al proprio ruolo nella vita;

A CHI E’ RIVOLTO: – ragazzi – genitori – educatori – famiglie

MODALITA’: – colloqui individuali ( 50 minuti) su appuntamento

Per maggiori info o prenotazioni: 345 7627713 oppure vi aspettiamo nella nostra nuova Ludoteca in Via dell’Olmo 11-13, Savona